Condizioni Generali di Vendita

Termini e condizioni generali di delivery e pagamento
con
inomed s.r.l.

 

1. Aspetti generali e campo di applicazione

Le seguenti condizioni generali di vendita (di seguito, "condizioni generali") si applicano a tutti rapporti commerciali tra inomed s.r.l. con sede in 20141 Milano (MI), Via Giovanni Spadolini 7, Codice Fiscale, P.IVA e numero di registrazione presso il Registro Imprese di Milano 11236600968, (di seguito, "venditrice") e i suoi clienti (di seguito "acquirente"). Salvo che la venditrice riconosca esplicitamente e per iscritto le condizioni dell’acquirente, si applicano esclusivamente le presenti condizioni generali. Ciò vale anche nel caso in cui la venditrice esegua la prestazione pur essendo a conoscenza di condizioni contrarie o differenti dell’acquirente. Anche laddove la venditrice faccia riferimento a documenti che contengono condizioni commerciali dell’acquirente o di terzi o rimanda ad essi, ciò non comporta in alcun modo l’accettazione di tali condizioni.

Per acquirente si intende la persona fisica o giuridiche che agisce nella propria qualità di imprenditore e per scopi interni e pertinenti alla propria attività imprenditoriale e/o professionale, dovendo, per l’effetto, escludersi ogni applicazione delle disposizioni di cui al D.Lgs. 6 settembre 2005, n. 206 (c.d. “Codice del Consumo”). Le presenti condizioni generali si applicano a tutte le operazioni future con l’acquirente, senza necessità di rinviare ad esse.

 

2. Emissione ordine da potenziale acquirente.

L’Ordine relativo ai prodotti commercializzati dallavenditrice è effettuato previa consultazione da parte dell’acquirente del catalogo generale e dei listini prezzi, in cui sono riportate tutte le caratteristiche tecniche di ciascun prodotto ed ogni altro dato che l’acquirente esplicitamente riconosce idoneo per l’esatta individuazione dell’identità e delle qualità del prodotto compravenduto. I prezzi sono sempre al netto di IVA e qualsiasi altra imposta.

 

3. Conferma dell’ordine.

Al ricevimento dell’ordine, effettuato telefonicamente, a mezzo fax o altra forma scritta sia direttamente che tramite agenti e distributori, la venditrice ne confermerà l’eventuale accettazione inviando conferma d’ordine o consegnando la merce ai sensi dell’art. 1327 c.c.

 

4. Esecuzione dell’ordine.

L’ordine confermato è eseguito dalla venditrice esclusivamente alle condizioni qui riportate, che sono approvate specificamente dall’acquirente con la sottoscrizione riportata in calce per tutti gli articoli.

 

5. Termini di consegna della merce.

I termini di consegna, anche se riportati nella nostra conferma d’ordine, si intendono sempre “salvo imprevisti” non dipendenti dalla volontà della venditrice e hanno carattere semplicemente indicativo. Le disponibilità di magazzino devono sempre intendersi alle condizioni di “salvo il venduto”. Eventuali ritardi nella consegna non daranno luogo né a risoluzione né a pretese di danni da parte dell’acquirente anche se conduttore.

 

6. Termini di resa della merce.

Salvo in caso di diverso accordo scritto, la resa della merce si conviene sempre franco fabbrica venditrice o suoi distributori. La venditrice non risponde di perdite parziali o totali né di avarie occorse dopo il ritiro come sopra specificato. Dalla comunicazione di approntamento della fornitura la merce si intende giacente a tutto rischio e pericolo dal committente/acquirente e pertanto da quel momento gravano su di esso tutti i rischi. Se non diversamente concordato, i costi per imballi e/o eventuali magazzinaggi saranno regolarmente addebitati, come pure quelli di spedizione e/o trasporto.

 

7. Reclami della merce.

Qualsiasi reclamo deve, a pena di decadenza, esserci trasmesso per iscritto entro il termine di 7 giorni dal ricevimento della merce a mezzo raccomanda R.R. o via PEC, anticipata via fax contenente sinteticamente i relativi motivi. Nel caso di danneggiamento, ammanco o avaria visibile al momento della consegna è obbligo dell’acquirente fare al vettore, all’atto del ricevimento, le debite riserve. In ogni caso la merce non potrà comunque essere manomessa o utilizzata fino alla definizione del reclamo. I reclami per difetti occulti devono essere fatti, a mezzo lettera raccomandata, entro 8 giorni dalla scoperta ma non oltre 40 giorni dalla consegna della merce. In caso di accertamento dell’esistenza dei vizi lamentati, l’acquirente non potrà pretendere dalla venditrice che la restituzione del prezzo netto versato per l’acquisto dei prodotti compravenduti. In nessun caso la venditrice potrà essere ritenuta

responsabile di spese aggiuntive che dovessero essere state sostenute dall’acquirente o da terzi per trasformazioni ed assemblaggi eseguiti con i prodotti compravenduti, nonché dalle eventuali perdite economiche dirette ed indirette che si possa pretendere di aver sostenuto rispetto agli stessi.

 

8. Riserva di proprietà.

La venditrice si riserva la proprietà di tutti i prodotti forniti fino al saldo di tutti i crediti derivanti dall'intero rapporto commerciale con l’acquirente. Il rischio di perimento e/o danneggiamento della merce passa all’acquirente dal momento della consegna. In ipotesi di acquisto a rate e in presenza di un ritardo nel pagamento di anche una sola rata, che però deve essere superiore a 1/8 del prezzo di acquisto, la venditrice ha facoltà di risolvere il contratto e di ritirare i prodotti forniti. A tal fine, l’acquirente si impegna a garantire alla venditrice, o a chi da esso designato, l’accesso ai luoghi ove i prodotti sono conservati. Ove il rapporto contrattuale venga risolto per inadempimento dell’acquirente, la venditrice potrà ritenere, a titolo di indennità, le rate già riscosse, salvo sempre il diritto al risarcimento del maggior danno. L’acquirente sarà tenuto a informare tempestivamente la venditrice in ogni ipotesi di pignoramento della merce su cui gravi riserva di proprietà così come in ogni altra ipotesi in cui i diritti della venditrice possano essere altrimenti pregiudicati.

 

9. Esecuzione parziale

È in facoltà della venditrice eseguire anche solo parzialmente l’ordine, e ciò anche se lo stesso è stato integralmente confermato. In tal caso l’acquirente ha a sua volta facoltà di annullare la parte dell’ordine non eseguita. L’annullamento deve essere comunicato per iscritto, a mezzo raccomandata R.R. o via PEC entro 8 giorni dalla consegna parziale e diviene operante nel momento in cui perviene alla parte venditrice. È in ogni caso espressamente escluso il reso dei prodotti relativi alla parte di ordine già eseguita.

 

10. Condizioni di pagamento.

L’acquirente dovrà effettuare il pagamento del prezzo al ricevimento della fattura salvo diverso accordo scritto. Il mancato pagamento di una fattura nel termine convenuto facoltizzerà la venditrice, senza necessità di ulteriore avviso ed impregiudicato ogni suo altro diritto, ad annullare ogni sconto eventualmente concesso in relazione alla fattura in oggetto e ad addebitare gli interessi al tasso del PRIME RATE ABI corrente, maggiorato di tre punti percentuali, per l’intera durata del periodo di ritardo del pagamento. La venditrice si riserva altresì il diritto di pretendere in ogni momento il pagamento totale o parziale anticipato.

 

11. Caratteristiche del prodotto.

In aggiunta a quanto previsto all’art. 2 delle presenti condizioni l’acquirente dichiara di avere esaminato e di conoscere esattamente le caratteristiche tecniche dei prodotti oggetto dell’ordine e di avere previamente valutato la conformità ed idoneità del materiale ordinato all’uso ed impiego che ne sarà fatto, sia direttamente che tramite successiva trasformazione o assemblaggio, e comunque in tutte le condizioni in cui i prodotti acquistati verranno utilizzati. L’acquirente dichiara, altresì, di conoscere i rischi conseguenti all’utilizzazione dei prodotti compravenduti, direttamente connessi alle caratteristiche chimiche, fisiche e merceologiche degli stessi.

 

12. Trasformazione da parte dell’acquirente ed utilizzazione da parte di terzi.

L’acquirente riconosce espressamente che la venditrice sarà e resterà estranea ai rapporti tra l’acquirente ed eventuali successivi utilizzatori dei prodotti, siano questi sottoposti o meno a successivi di processi di trasformazione e manipolazione da parte dell’acquirente, esonerando la venditrice da qualunque responsabilità riguardo, ciò anche con riferimento all’utilizzazione diretta da parte di terzi di prodotti forniti dalla stessa e rinunziando fin d’ora a rivalersi sulla venditrice in caso di esercizio da parte di terzi dell’azione prevista dall’art. 1492 c.c.

 

13. Esclusione di responsabilità

E’ espressamente esclusa qualsivoglia responsabilità contrattuale della venditrice, salvo che si tratti di responsabilità per dolo o colpa grave della medesima. La predetta esclusione vale altresì per i dipendenti, ausiliari, collaboratori e rappresentanti della venditrice. Fatto salvo quanto previsto dalla predetta esclusione di responsabilità la venditrice è illimitatamente responsabile per tutti i danni alla vita, all’integrità fisica e alla salute, scaturenti dalla violazione colposa o dolosa di un obbligo contrattuale della venditrice, dei rappresentanti legali o degli ausiliari della stessa.

 

14. Danni a terzi.

L’acquirente esonera espressamente la venditrice da qualunque responsabilità, sia essa per contratto, sia essa extracontrattuale, comunque riconducibile a danni eventualmente arrecati a terzi da asseriti vizi della cosa venduta e si impegna a manlevarla da eventuali richieste risarcitorie di terzi.

 

15. Forza maggiore

Cause di forza maggiore esonerano la venditrice dai propri obblighi contrattuali per tutta la loro durata. Si considerano cause di forza maggiore in particolare: (a) disastri naturali come ad esempio incendi, alluvioni, terremoti, uragani o altri eventi naturali estremi; (b) disordini di natura politico-economico-sociale, guerre, sabotaggio, attacchi terroristici, epidemie/pandemie o diffusione nazionale o transnazionale di malattie infettive, nonché altri eventi simili imprevedibili e inevitabili; (c) scioperi, serrate e altre situazioni che potrebbero verificarsi in caso di controversie aziendali e industriali; (d) interruzioni nell’approvvigionamento elettrico o nei collegamenti delle telecomunicazioni; (e) misure intraprese dal governo, dalle autorità giudiziarie o da altre autorità, al di là della loro legittimità; gli eventi di forza maggiore comprendono inoltre eventuali carenze di materie prime, ritardi o rallentamenti nell’approvvigionamento delle materie prime o di semilavorati se e nella misura in cui sono causati (i) da eventi di forza maggiore riscontrate dai fornitori della venditrice o (ii) da gravi perturbazioni del mercato o (iii) dalla interruzione, da parte di un fornitore della venditrice, della produzione o della consegna di materie prime o di parti di ricambio per cause non imputabili alla venditrice.

Cause di forza maggiore che non sono solo temporanee e che rendono impossibile per la venditrice fornire la prestazione, o - tenendo conto degli interessi dell’acquirente - la rendono irragionevole, autorizzano sia la venditrice che l’acquirente a risolvere il contratto per la parte non ancora adempiuta.

L’acquirente ha diritto di ritenere, fino alla fine dell’evento, il corrispettivo per le prestazioni che la venditrice non è in grado di fornire a causa di un evento di forza maggiore. La venditrice non è responsabile per danni o costi causati da un evento di forza maggiore.

 

16. Inosservanza istruzioni.

Il mancato rispetto da parte dell’acquirente o di terzi delle istruzioni per l’uso riportate nei manuali allegati ai prodotti o desumibili dalle schede tecniche relative esonera la venditrice da qualsivoglia responsabilità per le conseguenze che ne derivino. La venditrice è comunque esonerata da qualsivoglia responsabilità qualora i suoi prodotti, da parte dell’acquirente o di terzi, siano utilizzati in impieghi diversi da quelli indicati nei manuali o nelle schede di cui sopra.

 

17. Facoltà della venditrice.

In caso di ritardo nel pagamento da parte dell’acquirente, la venditrice avrà comunque diritto, a sua scelta, di annullare e non eseguire l’eventuale residua fornitura dell’ordine o di richiedere il pagamento anticipato di eventuali future consegne a saldo dell’ordine.

 

18. Compensazione – esclusione.

È tassativamente esclusa qualsiasi ipotesi di compensazione con i crediti della venditrice per forniture non pagate.

 

19. Diritto applicabile

Le presenti condizioni generali sono esclusivamente regolate dal diritto italiano, con espressa esclusione della Convenzione delle Nazioni Unite sulla compravendita internazionale di merci (CISG).

 

20. Foro competente.

Per qualunque controversia dovesse insorgere in sede di interpretazione o esecuzione, o comunque in dipendenza per qualsiasi ragione del contratto di vendita sarà esclusivamente competente il Foro di Milano.

 

21. Modifiche ed integrazioni.

Qualunque deroga, modifica o integrazione alle presenti condizioni generali dovrà essere esplicitamente approvata per iscritto dalle parti a pena di nullità.

 

22. Nullità parziale.

La nullità, annullabilità e/o inefficacia di singole disposizioni non inficia la validità delle rimanenti clausole. Qualora una disposizione sia invalida o nulla, si concorda sin d’ora l’applicazione di una clausola valida che sia quanto più vicina possibile al senso della clausola nulla e/o invalida.

 

23. Protezione dei dati

Ai sensi di quanto disposto dall’art. 13 del Regolamento UE 679/2016 (“Regolamento”) e dalla vigente normativa nazionale in materia di protezione dei dati personali, la venditrice, in qualità di titolare del trattamento, tratta i dati personali dell’acquirente esclusivamente per la gestione dei rapporti contrattuali regolati dalle presenti condizioni generali, per consentire l’esecuzione dei contratti e per l’esercizio dei propri diritti in giudizio. La venditrice dichiara di trattare i dati personali – in modalità cartacea ed elettronica- per il tempo necessario per adempiere alle finalità di cui sopra e comunque per non oltre 10 anni dalla cessazione del rapporto contrattuale. Il conferimento dei dati personali è obbligatorio ed un eventuale rifiuto di fornire tali dati personali potrebbe comportare l’impossibilità di procedere all’esecuzione del contratto. Ai dati personali accedono esclusivamente i soggetti autorizzati in qualità di incaricati, responsabili del trattamento e/o amministratori di sistema. I dati non vengono diffusi. L’acquirente può sempre esercitare i propri diritti ai sensi degli art. 15 e ss. del Regolamento, inviando una e-mail o una raccomandata A/R alla venditrice in qualità di titolare del trattamento.

 

Ai sensi e per gli effetti degli articoli 1341 e 1342 codice civile parte acquirente approva specificamente ed espressamente le seguenti clausole:

5 (Ritardi consegna – esclusione responsabilità)

7 (Reclami – decadenze)

9 (Esecuzione parziale)

12 (Trasformazione – esonero responsabilità)

13 (Esclusione di responsabilità)

14 (Danni a terzi – esonero responsabilità)

15 (Forza maggiore – esonero responsabilità)

16 (Inosservanza istruzioni – esonero responsabilità)

17 (Ritardato pagamento – annullabilità saldo residuo ordine)

18 (Compensazione – esclusione)

20 (Foro competente)