Accessori pIOM® – per il monitoraggio pelvico professionale

La tecnica pIOM® consente il monitoraggio intraoperatorio dei nervi autonomi nella piccola pelvi. Le strutture nervose possono essere monitorate ed evitate menomazioni nervose, consentendo così al paziente di mantenere la qualità della vita. Gli accessori pIOM® sviluppati da inomed per questa specifica procedura costituiscono una parte importante del successo degli interventi chirurgici del pavimento pelvico.

Metodologia di monitoraggio del pavimento pelvico

La più recente metodologia al mondo per il monitoraggio pelvico si basa su comprovate tecniche di neuromonitoraggio e tecnologie sviluppate da inomed. Le tecniche e le tecnologie sono state sviluppate dopo molti anni di ricerca clinica nei processi di monitoraggio dei nervi autonomi nel pavimento pelvico. A seguito di test esaustivi e precisi processi di convalida, la tecnica pIOM® è ora disponibile per il monitoraggio pelvico durante le procedure intraoperatorie.

Il monitoraggio pelvico intraoperatorio aiuta i chirurghi a proteggere le funzioni anorettali e urogenitali, e quindi aiuta a mantenere la qualità di vita del paziente dopo l'intervento chirurgico. Di conseguenza, il monitoraggio pelvico può ridurre i costi di follow-up postoperatorio e contribuire alla fornitura di farmaci all'avanguardia.

Le applicazioni tecniche pIOM® attualmente includono il neuromonitoraggio pelvico e sono particolarmente utili per l'escissione mesorettale totale. La tecnologia ha altre applicazioni, per esempio, in piccoli interventi pelvici dove il danno del nervo può essere evitato con l'uso del monitoraggio pelvico. Altre indicazioni chirurgiche includono proctologia, ginecologia e urologia.

Accessori pIOM® per un monitoraggio pelvico professionale

Al fine di utilizzare la tecnica pIOM® per il monitoraggio pelvico durante l'intervento chirurgico su un carcinoma colorettale >>, sono necessari una gamma di accessori pIOM. Il monitoraggio della funzione anorettale richiede che gli elettrodi siano posizionati sullo sfintere anale per condurre la risposta muscolare EMG.

La funzione della vescica è monitorata attraverso la misurazione della pressione delle pareti vescicali. La neuromodulazione viene eseguita stimolando le strutture nervose corrispondenti utilizzando una sonda bipolare. Con una funzione nervosa intatta, un segnale di risposta viene registrato dagli elettrodi dello sfintere anale e, a seconda della struttura nervosa stimolata, viene eseguita una corrispondente misurazione della pressione e quindi reso disponibile.

Queste risposte sono visualizzate sullo schermo, opzionale é invece un audio feedback in uscita. Con il monitoraggio pelvico, il chirurgo è in grado di localizzare le strutture nervose e testare la loro funzione. I risultati sono memorizzati con la cartella clinica del paziente e possono essere documentati come parte integrante del referto medico della procedura.

Alterazioni nervose e disfunzioni fisiologiche possono essere evitate

Il monitoraggio dei nervi e delle strutture nervose è uno strumento importante per le procedure chirurgiche nel bacino. Le funzioni anorettali e urogenitali possono essere monitorate con accessori appositamente progettati per il monitoraggio pelvico. In questo modo si possono evitare alterazioni nervose e disfunzioni che ne derivano, mentre la qualità della vita per i pazienti può essere preservata nella fase postoperatoria. L'implementazione standardizzata del monitoraggio pelvico può comportare un miglioramento della cura del paziente e una riduzione dei tassi di complicanza.

Ulteriori informazioni su pIOM® microsite >>

inomed